Comune di Sarmede

Storia, immaginazione, creatività, fantasia. Adagiato sulle pendici della foresta del Cansiglio, paese natale della celebre famiglia dei Da Camino, Sarmede è oggi conosciuto nel mondo come “Paese delle Fiabe”: ospita infatti da più di 30 anni le Fiere Internazionali del Teatro di Strada (http://www.sarmede.org/) ed è sede da più di 35 anni della Mostra Internazionale dell’Illustrazione per l’Infanzia (http://fondazionezavrel.it/), alla quale è collegata la Scuola d’illustrazione, risultato del pensiero creativo di Stepan Zavrel. Più di 60 tra affreschi e altre opere architettoniche realizzate da vari artisti internazionali possono essere ammirati ancora oggi passeggiando tra le vie del paese. I due eventi internazionali, assieme alla bellezza paesaggistica dei luoghi, portano ogni anno nel paese più di 40.000 persone, tra artisti, famiglie, curiosi, visitatori e amanti della natura e di un ambiente ancora sano, incontaminato e a portata d’uomo.


Comune di Tramonti di Sotto

Il Comune di Tramonti di Sotto conta su un’esperienza pluriennale nella gestione di eventi internazionali per la rivitalizzazione del territorio. È noto per il FESTinVAL che ospita musicisti e turisti da tutta Europa. Inoltre realizza iniziative, come “Il Filo del Mosaico” e “ARTinVal”, che ospitano artisti in residenze e coinvolgono i cittadini nella valorizzazione in chiave artistica del Comune. Il Comune di tramonti di Sotto collabora attivamente con molte altre realtà del territorio, come l’associazione Ecomuseo Lis Aganis, l’associazione di promozione sociale Ubik Art, il consorzio Arcometa, che riunisce le pro loco dello Spilimberghese, e il Consorzio delle Valli e delle Dolomiti Friulane, con i quali stanno nascendo importanti collaborazioni al fine di sviluppare in Val Tramontina attività economiche e di promozione turistica, ma anche di rivalutazione sociale e abitativa. La capacità tecnica dell’amministrazione poggia sulla consulenza di un comitato organizzativo di 20 persone e sul supporto della Pro Loco Valtramontina. Il Comune sta progettando con le realtà del territorio attività di promozione turistica e di rivalutazione socio-abitativa per invertire lo spopolamento della Valle. Il personale interno ha comprovate esperienze nella gestione di fondi europei grazie al lavoro col GAL per la gestione di fondi FEASR. La solidità finanziaria del Comune garantisce lo svolgimento delle attività progettuali ed il raggiungimento degli obiettivi attesi dal progetto.


Fondazione Centro Studi Tiziano e Cadore

La Fondazione Centro Studi Tiziano e Cadore – nata su iniziativa della Magnifica Comunità di Cadore, conta tra i soci il Comune di Pieve insieme a istituzioni pubbliche del Bellunese, nonché le associazioni di categoria e imprese private – promuove la ricerca sull’opera e sulla figura del grande Pittore. Si avvale di un consiglio scientifico internazionale.

I progetti, di ampiezza locale ed europea, si distinguono per le tematiche e le metodologie, contribuendo a rinnovare e arricchire gli studi sull’artista, nonché a fare chiarezza sul problema delle attribuzioni e sull’organizzazione del lavoro nella sua bottega, una fabbrica d’immagini vera e propria per la quantità di committenze.

Gli studi della Fondazione non si limitano ad approfondire solo argomenti artistici, ma anche a indagare la storia e la cultura del Cadore nelle sue manifestazioni particolari e generali, dal passato ad oggi.

Quindi la Fondazione promuove la conoscenza e lo studio di Tiziano Vecellio, le sue opere, e i suoi ampi contesti nel riquadro cadorino, italiano, europeo e internazionale. Promuovendo progetti di ricerca e manifestazioni culturali, la Fondazione non ha scopi di lucro, e non può rilasciare dichiarazioni di autenticità (“expertises”) di oggetti d’arte a scopo economico o commerciale.

L’istituzione promuove conferenze, convegni e realizza viaggi culturali con visite a raccolte tizianesche.


RM REGIONALMANAGEMENT KARNTEN:MITTE

Istituito nel 2015, l’’Ente per lo sviluppo del turismo in Carinzia è un’associazione regionale che opera nelle seguenti linee di business: attuazione della strategia di sviluppo regionale, coordinamento dei progetti, in particolare nelle aree rurali della Carinzia Centrale, cooperazione intersettoriale in termini di messa in rete e coordinamento di iniziative comunali, regionali e transfrontaliere, la fondazione e il coordinamento di progetti infrastrutturali, lo sviluppo e l’attuazione di progetti e programmi dell’UE, la gestione delle competenze economiche transcomunali, il coordinamento con Land Kärnten in termini di sviluppo e attuazione del piano di struttura territoriale, consulenza di idee progettuali, sviluppo della strategia turistica regionale, supporto ai comuni nella ricerca di soluzioni in termini di aspetti giuridico-ambientali e supporto di istituzioni e imprese economiche e infrastrutturali regionali.

Partnership e collaborazioni strategiche esistono con partner nazionali e internazionali. Un gruppo è responsabile della gestione del patrimonio culturale, compresi i dirigenti con una vasta esperienza nella gestione e nella cooperazione di progetti, nonché lo sviluppo e l’attuazione di progetti e programmi.
Inoltre, la direzione partecipa a: “Climate and Energy Model Regions” (turismo sostenibile, mobilità regionale, promozione del fotovoltaico e dei sistemi solari, efficienza energetica, sensibilizzazione del pubblico), la manutenzione delle piste ciclabili e la promozione e il supporto dell’immagine della Görtschitz-valey.


Comitato Provinciale UNPLI Treviso

L’Unpli (Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia) è l’associazione che raccoglie le oltre 6.000 Pro Loco Italiane. Il Comitato Provinciale UNPLI Treviso coordina e rappresenta 106 Pro Loco in provincia di Treviso, promuove e sviluppa iniziative volte a tutelare e incrementare la conoscenza del patrimonio ambientale, culturale, artistico, storico e folkloristico del proprio territorio. È impegnato in numerose attività in ambito sociale, nonché nella promozione e incentivazione del turismo locale.

Tramite convenzione con i Comuni, coordina gli Uffici di Informazione ed Accoglienza Turistica di tutta la provincia. Infine, da febbraio 2009 UNPLI Treviso ha preso in gestione il “Parco Archeologico Didattico del Livelet”, che accoglie ogni anno più di 15.000 visitatori.

L’UNPLI Treviso, in collaborazione con altri soggetti, da anni sta portando avanti un progetto di marketing territoriale, che mira a valorizzare le eccellenze eno-gastronomiche del territorio e le manifestazioni legate a queste produzioni, dando vita a 5 rassegne di eventi: “Primavera del Prosecco Superiore” (che raccoglie gli eventi dedicati ai vini dell’Alta Marca Trevigiana), “Germogli di Primavera” (dedicata agli asparagi IGP di Cimadolmo e Badoere), “Malanotte d’Estate” (che raccoglie gli appuntamenti dedicati ai vini del Piave), “Delizie d’Autunno” (che comprende le manifestazioni sui prodotti tipici autunnali) e “Fiori d’Inverno” (incentrata sugli eventi legati al Radicchio Rosso di Treviso e Variegato di Castelfranco IGP).


Artista City Gmünd | Kulturinitiative Gmünd

Dal 1991, l’iniziativa culturale Gmünd è l’iniziatore e la forza trainante del successo dello sviluppo di Gmünd nella città degli artisti. L’associazione culturale senza scopo di lucro ha attualmente 220 membri. Amministratore delegato dal 1996, e il Dr. Ing. Erika Schuster, che guida le sorti dell’associazione con un team di 12 dipendenti.
Più di qualsiasi altra istituzione culturale in Austria, l’iniziativa culturale Gmund è riuscito a garantire non solo l’anno dopo anno per il programma culturale più completo con circa 120 eventi in 260 giorni di eventi all’anno in Carinzia, ma dal lavoro culturale sistematica e la promozione dell’espressione artistica contemporanea un’intera città e quindi uno sviluppo positivo a lungo termine della regione lontano dai centri urbani. È il principale contributo dell’iniziativa culturale che oggi la città gode di una reputazione così positiva come città di artisti oltre i confini del paese e sperimenta un valore aggiunto sempre crescente dal turismo culturale. L’iniziativa culturale di Gmünd è quindi un primo esempio in tutta l’Austria di come il lavoro culturale possa contribuire a una rivitalizzazione urbana sostenibile e promuoverlo anche nelle regioni economicamente deboli.
L´’iniziativa culturale Gmund presenta anno dopo anno dopo anno un assortimento di arte internazionale e nazionale in numerosi locali della città storica: da aprile a dicembre, artisti multimediali, pittori, scultori, fotografi impiegano nature e land-art artista e designer in diversa forma ed espressione con la città, la sua gente, la regione circostante. Quasi nessun altro nella regione austriaca ha l’arte contemporanea creata uno spazio così vasto e riconosciuto lontano dai centri urbani come nella piccola città di artisti di Gmünd in Carinzia.